La farmacia online: un business in crescita

farmacia online, ecommerce, arvis, arvis punto it
Condividi

In Italia sempre più utenti approfittano di una farmacia online per acquistare farmaci da banco con l’ecommerce.

Le farmacie online stanno aumentando in ogni regione italiana, con punte di presenza in Piemonte e notevoli incrementi nel Lazio, in Campania e in Lombardia, secondo i dati diffusi da Farmacia Virtuale. Dalle ultime previsioni di crescita, sembra ormai assodato che entro il 2021 il fatturato relativo all’acquisto online di farmaci crescerà di più del 9%.

Perché aprire una farmacia online?

Per chi ha già una farmacia fisica, i cui introiti magari vanno bene, potrebbe sembrare troppo impegnativo se non addirittura inutile aprire un ecommerce farmaceutico. Ci sono dei vantaggi ad aprire una farmacia online?

Per quanto un business possa andare bene, non è mai il caso di adagiarsi sugli allori, anche perché la concorrenza è sempre in agguato. D’altra parte, un ecommerce permette di ampliare il proprio bacino di utenza. Gli acquirenti, infatti, non saranno più solo locali o di passaggio.

Viceversa, la concorrenza online potrebbe togliere ad una farmacia solo fisica anche gli acquirenti locali. Si pensi ad esempio a quei prodotti che richiedono una particolare discrezione e che nessuno acquista volentieri sotto gli occhi di tutti.

L’ecommerce farmaceutico, come ogni negozio online, vince in praticità

Molti utenti Internet, ormai, si affidano all’ecommerce anche per questioni pratiche: non ci sono orari o giorni di apertura a cui prestare attenzione, non ci sono file e tempi di attesa per fare un ordine, si possono visionare più prodotti simili e metterli a confronto prima dell’acquisto comodamente e magari leggendo cosa ne pensano altri utenti che li hanno provati.
Sono tutte caratteristiche dell’acquirente da tenere presenti quando si avvia un’attività ecommerce, e restano valide anche per le farmacie online.

Non si può però dimenticare, né sottovalutare, la fiducia tra cliente e farmacista, una relazione tradizionale che è di fondamentale importanza in ogni settore legato alla salute. Su questo fronte vincono necessariamente le farmacie fisiche, per il momento. Ma anche nel negozio online si può fare molto.

Quali farmacie online hanno più successo?

I fattori di successo online sono sempre numerosi, ma in questo caso, più che in altri, il rapporto di fiducia tra utente e venditore è un fattore determinante.
Si può andare incontro a questa esigenza degli utenti tramite pagine dedicate a consigli mirati, informazioni sul singolo farmaco, spiegazioni di tecniche e trattamenti.
Ma più di ogni altra cosa serve una presenza umana e professionale che risponda alle esigenze di chi acquista online, tramite un call center o una live chat. Una persona che sia quindi formata a questo scopo e sia allineata alla strategia di marketing adottata.

farmacia online, ecommerce farmaceutico, arvis.it

Come aprire una farmacia online?

Non c’è da illudersi, la gestione di una farmacia on line ha alcuni aspetti che la rendono più complicata di altri ecommerce. L’esigenza di avere personale competente resta e in più serve la gestione del negozio on line da parte di chi abbia conoscenze tecniche e strategie di marketing appropriate.

La strada migliore per gestire questa nuova realtà è quella di affidare ad un team esperto la piattaforma ecommerce e il digital marketing. Invece l’ecommerce manager può essere sia esterno che interno.
È ovvio che con le prospettive di crescita che ci sono in questo settore, l’investimento in questo senso è la migliore via per contrastare la concorrenza.

Servono licenze speciali per creare una farmacia online?

Le licenze sono le stesse di una farmacia fisica: licenza di farmacia o di esercizio di vicinato con l’autorizzazione regionale. È necessario anche avere un punto vendita sul territorio, anche qui niente di più di una farmacia tradizionale. In aggiunta a questo serve poi l’iscrizione all’elenco delle farmacie e parafarmacie autorizzate alla vendita online sul sito del Ministero della salute.
Non va dimenticato che la farmacia online in Italia può vendere solo SOP, ovvero prodotti da banco. Si tratta di tutti quei prodotti che non richiedono una prescrizione medica. La maggior parte di questi riguarda il benessere, la cosmesi e l’alimentazione.

La farmacia online è un business a sé

Aprire un ecommerce richiede una mentalità imprenditoriale, che non sempre appartiene al farmacista tradizionale. Il cambiamento del modello di business che ne deriva richiede un’organizzazione complessa che coinvolga più figure professionali che possono influire anche sull’attività della farmacia reale. Eppure l’ecommerce farmaceutico rappresenta un’opportunità talmente fruttuosa da invitare a coglierla al più presto, finchè c’è una così evidente possibilità di crescita.


Condividi

Il nostro sito utilizza i cookie. Per conoscere nel dettaglio i cookie presenti e come disattivarli leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Per acconsentire e fruire del sito clicca sul pulsante 'Accetto'.