Hai uno stabilimento balneare? Come ti trovano i tuoi clienti? 

Condividi

Dopo il difficile periodo del Covid, anche le spiagge si sono digitalizzate: la prenotazione di lido e ombrellone avviene online. Per questo è importante per gli stabilimenti balneari rafforzare la propria presenza su Internet, con un sito web ottimizzato SEO e profili social sempre aggiornati.

L’estate è il periodo delle vacanze, dei viaggi, del relax. Nei mesi estivi questi elementi si declinano in mare, spiaggia, acqua cristallina in cui tuffarsi e abbronzatura perfetta prima di tornare a casa. Sempre di più l’organizzazione e la prenotazione del viaggio passa da Internet: volo e trasporti, struttura ricettiva, ristoranti e attività da svolgere si scelgono online. Ecco perché per lidi, stabilimenti balneari, bagnini, è fondamentale essere presenti e visibili in rete. Presenza e visibilità sono frutto di un lavoro preciso, dettagliato, completo, che permetterà di attirare e fidelizzare i clienti.

I dati del turismo online

Per capire il valore che Internet può dare a uno stabilimento balneare basta guardare alcuni dati*. Da qui emerge chiaramente come la digitalizzazione del lido possa costituire un importante plus per l’attività. I dati riguardano il 2019, quindi il periodo pre-covid, che può essere considerato la fonte più attendibile prima di tutti i cambiamenti e le restrizioni degli ultimi due anni. L’effetto sul lungo periodo che la pandemia avrà, però, sarà quello di incrementare questi numeri, avendo reso il digitale la normalità e la quotidianità sotto tanti punti di vista.
Nel 2019 gli acquisti online degli italiani valevano 31 miliardi di euro, di cui quasi 11 riguardavano il turismo. Nel campione selezionato dall’agenzia QualityTravel, il 97% utilizza Internet nelle fasi di ispirazione e ricerca, l’85% per la prenotazione. Si tratta tendenzialmente di un pubblico giovane, tra i 25 e i 44 anni, ma la fascia d’età è in continua espansione. Solamente il 2% degli italiani tra i 18 e i 75 anni non ha usato internet per nessuna attività relativa alla sua ultima vacanza
Inoltre Internet apre a collaborazioni e partnership con le agenzie di viaggi online. Infatti, Il 70% delle prenotazioni online deriva dalle OTA. Questo dato indica anche un’importante fascia di clientela che preferisce organizzarsi autonomamente e alla quale rivolgersi attraverso i propri canali ufficiali.

L’importanza del mobile per la prenotazione dell’ombrellone online

Quando si parla di prenotazioni online, di ricerche su Internet, di utilizzo della rete per i viaggi, ci si riferisce principalmente al mobile. Come detto il pubblico di riferimento è giovane e comprende le generazioni degli smartphone: sempre di più il cellulare è il punto di riferimento per il traffico su Internet. Per il reparto Travel & Hospitality il traffico da mobile supera il 40%. Secondo uno studio di Xeniapro, il 90% dei viaggiatori italiani utilizza lo smartphone per tutta l’esperienza del viaggio: dalla ricerca alla prenotazione, passando per le condivisioni social e le recensioni.

Con il sito web l’utente prenota il lido online

Il primo passo per portare il proprio lido online è la realizzazione di un sito web. Costituirà l’interfaccia digitale con il cliente, il proprio bigliettino da visita per presentarsi al visitatore e conquistarlo. Poiché, come detto sopra, i dispositivi mobili guidano il traffico su Internet nel settore del turismo, il sito dovrà essere costruito secondo la logica mobile first. Questo garantirà la miglior esperienza e navigabilità da qualunque dispositivo, rendendo più piacevole l’esperienza di navigazione e dunque incentivando l’utente a prenotare.

Il sito web non va, però, semplicemente creato. Ha bisogno di aggiornamento, manutenzione e soprattutto qualità, esattamente come uno stabilimento balneare! Se l’importanza di contenuti di qualità è scontata, dalle informazioni precise alle immagini accattivanti fino a un sistema di prenotazione rapido e sicuro, meno conosciuta è la local SEO.

Local SEO per scalare la SERP

La SEO è l’insieme di tutte quelle tecniche che ottimizzano il sito web per i motori di ricerca. Queste attività permettono a Google di leggere correttamente le informazioni del sito e di farlo comparire tra i risultati in maniera giusta e pertinente secondo le ricerche degli utenti. Declinare queste operazioni in chiave locale significa dare verticalità e precisione al proprio sito. Le parole chiave che andranno a posizionare il sito saranno specifiche per la zona, intercettando le ricerche esatte degli utenti. In questo modo il traffico ottenuto non sarà dispersivo ma puntale e ad alta probabilità di conversione.

In tal senso aprire un blog potrebbe rivelarsi una scelta intelligente. Non solo costituisce un aggiornamento contenutistico del sito importante per il ranking del dominio, ma offre un intrattenimento in più per gli utenti e posiziona il sito stesso per ricerche specifiche. Per esempio, si potrebbe scrivere un articolo su cosa fare la sera in quella determinata località, dopo aver trascorso una splendida giornata al mare. Oppure i migliori sport da spiaggia da praticare per divertirsi e tenersi in forma in vacanza, con magari le attrezzature messe a disposizione dallo stabilimento.

I social network portano la spiaggia online

Andare in vacanza al mare significa anche condividere i propri momenti migliori sui social. Gran parte dei contenuti degli utenti sui social network sono relativi ai viaggi e alle vacanze. Questo significa una cosa molto importante. I profili social degli stabilimenti balneari, così come delle strutture ricettive e dei ristoranti, vengono guardati e valutati dagli utenti in fase di ricerca, nonché eventualmente taggati durante il soggiorno.
Ecco perché un lido dovrebbe avere dei canali social ben curati e costantemente aggiornati. I post su Facebook possono raccontare la storia dello stabilimento, le storie Instagram far vedere in diretta la bellezza del mare mentre le foto immortalano i ricordi, i video di Tik Tok mostrano quanto è divertente la vita nello stabilimento balneare. E poi c’è il periodo invernale, in cui mostrare il dietro le quinte e magari annunciare qualche novità. Insomma, i social network offrono tante possibilità di utilizzo e diversi modi di raggiungere e intrattenere utenti e clienti.

Pubblicità online per le spiagge: Google advertising e social adv

A tutto questo si deve aggiungere una strategia di pubblicità online. Come detto in apertura, infatti, i potenziali clienti si trovano su Internet. È qui che le persone cercano informazioni, consigli e ispirazione. Dunque, è fondamentale impostare campagne pubblicitarie vincenti che raggiungano il pubblico e lo incentivino a prenotare.
Per la pubblicità online per gli stabilimenti balneari non possono mancare le campagne Google e sui social. Su Google è strategico impostare due tipologie di campagne pubblicitarie, la Search e la Display. Con la prima si inseriscono annunci nella rete di ricerca andando a intercettare le query specifiche degli utenti. Scegliendo le parole chiave più adatte, gli annunci search compariranno nelle prime posizioni ottenendo visibilità e click. Con le seconde, invece, si utilizzano contenuti grafici accattivanti che incuriosiscano e colpiscano gli utenti.
Dall’altro lato, sui social è possibile creare campagne pubblicitarie emozionali e coinvolgenti. Mettere in evidenza i contenuti del piano editoriale, creare grafiche e video ad hoc per l’adv, invitare all’azione l’utente che scorre distrattamente la sua bacheca, sono tutte possibilità da tenere in considerazione. L’adv sui social network, infatti, permette di coprire un bacino di utenza molto ampio, andando a raggiungere il pubblico nel suo tempo libero con contenuti rilassanti e invitanti come una spiaggia e una vacanza al mare.

 

*https://xeniapro.com/mercato-turismo-online-statistiche/

 


Condividi