Web marketing di medicina estetica: dal sito ai social 

web marketing medicina estetica
Condividi

La medicina estetica è il campo medico probabilmente più in crescita negli ultimi anni. Ecco perché, per gli operatori del settore, è necessario sviluppare una strategia di web marketing che permetta di farsi conoscere e attirare nuovi clienti. La presenza digitale, con sito web e canali social, è fondamentale anche in questo ambito.

Bastano pochi numeri e dati a capire il perché di questa necessità. Il trend in crescita è infatti testimoniato da alcune statistiche inequivocabili. Nel 2019, in Italia, sono state effettuate oltre 1 milione di operazioni di medicina estetica, quasi l’8% in più rispetto all’anno precedente. Nel 2020 l’aumento è stato addirittura del 25%. L’Italia è, per consulti e operazioni, al quinto posto per numero totale di procedure. Il dato è in continua crescita, probabilmente una conseguenza della pandemia e del lockdown.

Comunicazione online per la medicina estetica

Leggendo questi dati, che trovano conferma anche a livello internazionale, appare evidente come sia irrinunciabile sfruttare la comunicazione online in questo delicato settore. Se prima la medicina e la chirurgia estetica erano considerate pratiche di nicchia, ora sono state ampiamente sdoganate. Non si tratta più di operazioni destinate a personaggi dello spettacolo e celebrità, ma appartengono quasi alla quotidianità. Non a caso l’OMS ha riconosciuto la medicina estetica come pratica possibile e importante per l’equilibrio e il benessere psicofisico, intesi nel modo più ampio possibile.

Riuscire a superare questo pregiudizio è stato il primo passo, una tendenza sulla quale vale la pena investire comunicando efficacemente. I dati sulle ricerche mensili online degli utenti mostrano, infatti, un interesse crescente all’argomento. La parola chiave “medicina estetica” mostra un volume di 4.400 ricerche al mese, secondo gli strumenti di analisi di Google. Più specifica ma per questo ancora più preziosa, “centro di medicina estetica” conta oltra 260 ricerche ogni mese. Questo significa che essere presenti online permetterà di incontrare un numero di utenti ampio e soprattutto interessato. Ovviamente ci vuole la giusta strategia, costituita da un sito web posizionato SEO con le giuste parole chiave e una comunicazione crossmediale fatta di contenuti di qualità.

Sito web di medicina estetica

Risulta quindi evidente come sia irrinunciabile avere un sito web per questa attività. Come deve essere il sito per un medico di medicina estetica? La risposta è solo una: semplice. Si tratta di questioni mediche: l’utente è alla ricerca di una soluzione a un problema, quindi, non ha voglia di perdere tempo. Il sito, oltre ad essere veloce nel caricamento, dovrà allora avere un menù facilmente leggibile e navigabile.

Per questo è indispensabile che sia mobile first, pensato cioè per una fruizione da dispositivi mobili. Oltre l’80% del traffico su internet avviene infatti da smartphone e tablet. Ne consegue la necessità di un layout che si adatti allo schermo del cellulare, rimanendo sempre di facile fruizione.

Al suo interno si dovranno trovare tutte le informazioni utili, come i contatti, e contenuti di qualità che mettano in risalto il proprio lavoro.

 

Blog e YouTube

Ma cosa significa contenuti di qualità? E quali sono i giusti canali per comunicarli in modo da risultare interessanti ma soprattutto credibili? Quando si parla di medicina estetica non si può fare a meno di avere una sezione blog sul proprio sito. Una sorta di magazine dove si racconta cosa la medicina estetica sia: gli interventi più frequenti, case history ed esempi pratici, curiosità e novità. In questo modo si intercetteranno le domande, esplicite e nascoste, degli utenti, si dimostrerà la propria conoscenza in materia e si smonteranno molte paure e luoghi comuni. Gli articoli del blog andranno pensati in ottica SEO, con le giuste parole chiave e con un copy accattivante e appunto SEO-friendly. Ma dovranno anche essere user-friendly, cioè interessanti e facilmente fruibili. Contenuti di questo tipo daranno valore al proprio lavoro, facendo trasparire competenza e conquistando conseguentemente la fiducia degli utenti.

Un altro canale molto importante è YouTube, con video dedicati alla materia. In questo modo sarà possibile letteralmente metterci la faccia, comparendo in prima persona: una mossa decisa e intelligente, che darà credibilità al proprio lavoro. Le persone devono decidere se affidarsi ad un medico per un intervento delicato, mettendo il loro corpo nelle mani di un estraneo. Riuscire ad empatizzare con loro, conquistando la loro fiducia già attraverso lo schermo, è il primo passo per guadagnare stima e credito. Inoltre, il formato video è decisamente più avvincente e accattivante dei contenuti scritti o statici. Dunque, comunicare attraverso video brevi e small talks può essere la scelta giusta.

Infine, tanto i contenuti del blog quanto i video su YouTube possono essere utilizzati come materiale per le campagne pubblicitarie. Si entra così nel merito della strategia di marketing in senso più letterale.

Web marketing per la medicina estetica e campagne pubblicitarie

Le campagne pubblicitarie per la medicina estetica vanno pensate in maniera estremamente dettagliata e prudente. Piattaforme come Facebook e Google hanno policy molto rigide su queste tematiche, l’utilizzo del corpo negli annunci e i messaggi promossi. Per esempio, Facebook vieta gli adv creati secondo lo schema “before – after”, cioè che fanno un paragone tra il prima e il dopo. E questo potrebbe essere un classico annuncio pubblicitario di medicina estetica, per far vedere il risultato, i benefici che porta.

Per questo le campagne vanno create con cautela. I contenuti scelti devono essere positivi, non sensazionalistici perché potrebbero spaventare. Non bisogna semplicemente catturare l’attenzione, bisogna porre l’accento sulla credibilità, sull’esperienza, sulla bravura, va conquistata la fiducia. Per questo i social possono essere molto importanti, soprattutto con un piano editoriale organico a supporto delle attività pubblicitarie. I contenuti social sono utili per fare divulgazione, creando interesse ed engagement. Permettere agli utenti di commentare, esporre i loro dubbi e rispondere alle loro domande è un’attività fondamentale. E lo si può fare utilizzando anche gli articoli del blog, in modo da richiamare ulteriore traffico sul sito web. In questo modo le attività di marketing non saranno estemporanee e fini a sé stesse, ma supportate da una comunicazione puntuale e di qualità.


Condividi

X

Il nostro sito utilizza i cookie. Per conoscere nel dettaglio i cookie presenti e come disattivarli leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Per acconsentire e fruire del sito clicca sul pulsante 'Accetto'.