Come fare pubblicità su YouTube 

pubblicità su Youtube
Condividi

Fare pubblicità su YouTube è la miglior mossa di video marketing digitale. Per una strategia di comunicazione online davvero vincente, YouTube è un canale irrinunciabile. Ma come si creano annunci su YouTube? Qual è il valore dell’advertising su questa piattaforma? Ecco un approfondimento per capirne tutte le potenzialità.

YouTube è nato nel 2005 e oggi conta oltre 2 miliardi di utenti attivi mensilmente. Si tratta del secondo sito web più visitato al mondo, dietro solo all’imbattibile Google. L’applicazione per smartphone e la fruizione da mobile non fanno che accrescere continuamente questi numeri. A ciò si aggiunga che il video marketing è la nuova frontiera del marketing digitale, perché il video è la modalità di contenuto preferita dagli utenti. Ecco allora che YouTube diventa uno strumento fondamentale per l’advertising online di ogni attività.

Perché fare pubblicità su YouTube

L’advertising online non è un’attività improvvisata o casuale, ma si basa su dati e numeri precisi. Anche per YouTube vale lo stesso discorso. Bisogna quindi partire dai dati per capire le potenzialità di fare pubblicità su YouTube. Perché le inserzioni su YouTube possono essere vincenti ce lo dicono i numeri!

In Italia YouTube conta oltre 36 milioni di utenti attivi, praticamente più della metà della popolazione nazionale. Il 43% di questo bacino di utenza ha età compresa tra i 19 e i 44 anni. Si tratta di nativi digitali e giovani adulti abituati alle dinamiche del web, che online trascorrono il loro tempo libero per informarsi, divertirsi, cercare consigli per acquisti e svago. Questo pubblico rappresenta il target ideale per l’adv, perché predisposto allo shopping online e interessato ai contenuti del web.

Inoltre, uno studio su Google* ha riportato come il 90% delle persone scopra nuovi brand o prodotti su YouTube. È un dato che non stupisce considerando il numero di ore video consumate giornalmente, di cui la maggior parte da dispositivi mobili. I video su YouTube, con annunci e sponsorizzazioni, sono lo strumento ideale per raggiungere il pubblico di riferimento in qualunque circostanza e ottenere un ottimo ROI.

Pubblicità YouTube: cosa c’è da sapere

Dopo questa carrellata di dati che ha mostrato le potenzialità del sito californiano, bisogna capire come fare pubblicità su YouTube in maniera vincente.

Innanzitutto, le campagne pubblicitarie su YouTube si creano da Google Ads. Dalla piattaforma di gestione inserzioni di Google si seleziona l’obiettivo e si crea una campagna “video”. Per il video marketing su YouTube gli obiettivi che garantiscono il miglior ROI sono traffico e notorietà. YouTube ADS è il canale ideale per fare branding, catturare l’attenzione e l’interesse degli utenti, spingendoli alla conversione in maniera indiretta.

Questo dipende dalle modalità di fruizione del canale. Gli utenti vanno su YouTube per svago e passatempo, ma anche alla ricerca di tutorial e informazioni. Far comparire annunci pertinenti al contenuto prima che il video inizi, o durante la sua riproduzione in caso di video più lunghi, è un ottimo modo per entrare nella mente dei consumatori.

Non solo: su YouTube è possibile far comparire anche annunci non video! Si tratta degli annunci Google Display, che si posizionano sopra l’elenco video, e gli overlay, dei banner all’interno della schermata di riproduzione.

Sponsorizzare video YouTube

Per quanto riguarda le inserzioni video, è bene fare alcune distinzioni: non tutti gli annunci sono uguali! In base alla tipologia di annuncio, alla sua durata, alla lunghezza del video nel quale comparirà, l’inserzione avrà dei valori e delle potenzialità diverse.

Per esempio, gli annunci Bumper sono video della durata massima di 6 secondi che appaiono prima del contenuto principale di YouTube e non possono essere saltati. Qui è necessario un messaggio incisivo e accattivante, che in poco tempo faccia breccia nell’utente.

Oppure ci sono gli annunci in-stream, ignorabili e non. I primi sono video che vanno dai 12 secondi ai 5 minuti, con la possibilità degli utenti di “skippare” dopo cinque secondi. I secondi, invece”, hanno durata compresa tra 15 e 20 secondi e non è possibile saltarli, dunque, è importante che l’utente sia coinvolto dall’annuncio. Qui servono contenuti emozionali ed emozionanti, per non disturbare l’utente e rendere la sua esperienza di fruizione sempre piacevole.

Esistono, inoltre, gli annunci mid-roll, che seguono la logica televisiva. Sono come spot pubblicitari che si inseriscono all’interno di video lunghi, intervallandone la riproduzione. Infine, gli annunci TrueView, che permettono una targhettizzazione migliore e il loro costo è calcolato solo in seguito a una visualizzazione di 30 secondi o ad un clic.

In conclusione

Le diverse tipologie di annunci, la copertura potenziale, la continua crescita della piattaforma e la preferenza del pubblico per il video marketing, sono tutti elementi che rendono la pubblicità su YouTube una scelta intelligente. La targhettizzazione avanzata che Google mette a disposizione per le campagne video, inoltre, permette di raggiungere il pubblico di riferimento con adv di qualità.

Tanto per un brand affermato quanto per un’attività che voglia accrescere la propria awareness e reputation, le inserzioni su YouTube costituiscono una grande possibilità.

 

*https://www.oberlo.it/blog/statistiche-youtube#:~:text=Utenti%20mensili%20attivi,9%20milioni%20registrati%20su%20Facebook.


Condividi