Aumentare le prenotazioni online con Google Ads per hotel

google ads hotel
Condividi

Prenotare le vacanze con un click e sentirsi già in viaggio dalla propria camera da letto? Con Google Ads per hotel è possibile conquistare clienti, aumentare le prenotazioni online e dare la svolta alla propria attività.

Dopo due anni di restrizioni e limitazioni c’è grande voglia di viaggiare. Un po’ per cambiare aria, un po’ per recuperare il tempo “perso” e ritrovare relax fisico e mentale dopo mesi di grande stress, il turismo è di nuovo al centro dell’attenzione. E se il percorso di digitalizzazione era già iniziato con portali e OTA in costante crescita, adesso è ufficiale: il turismo è online.

Questo significa che anche i clienti si trovano sul digitale. Come fare allora per incontrare e intercettare le richieste degli utenti, portandoli a prenotare nella propria struttura? La risposta è Google Ads per hotel e, più in generale, una strategia di digital marketing pensata su misura per il proprio albergo.

Intercettare le ricerche degli utenti con AdWords per hotel: ecco come fare

Per prima cosa è necessario registrare la propria struttura su Google Hotel Center, la piattaforma Google dedicata alle strutture ricettive. Qui sarà possibile inserire tutte le informazioni principali dell’hotel, come indirizzo, orari, servizi disponibili, e costituirà la base per le campagne pubblicitarie.

Il secondo passaggio consiste nel collegamento tra l’Hotel Center e l’account Google Ads. Bisogna inserire nella piattaforma l’ID dell’account pubblicitario e confermare il collegamento.

A questo punto si è pronti per creare le campagne pubblicitarie Google per promuovere il proprio hotel e ottenere prenotazioni online. Con AdWords per Hotel, infatti, gli annunci compariranno sia nella rete di ricerca che nella rete display e, soprattutto, la struttura sarà visibile anche su Google Maps. Gli utenti potranno immediatamente farsi un’idea della posizione e da lì potranno direttamente prenotare o contattare l’albergo.

Campagne Google ads per hotel

Come detto, è possibile creare diverse campagne pubblicitarie su Google per il proprio hotel. In particolare, le campagne Search e le campagne Display costituiscono i principali strumenti.

Con le prime si compare nei risultati di ricerca, prima ancora dei siti posizionati in prima pagina oppure in fondo alla pagina dopo il decimo posizionato, in seguito alle ricerche specifiche degli utenti. In breve, quando un utente effettua una query per cercare una struttura in una determinata località, ecco che tra i risultati di ricerca comparirà l’annuncio del proprio hotel, contrassegnato con il tag Annuncio per distinguerlo dai risultati SEO. Qui sarà fondamentale inserire call to action che invitino il visitatore a cliccare e prenotare, con frasi brevi ed efficaci.

Con le seconde, invece, si punta sulle immagini. Banner illustrati e annunci dinamici componibili dovranno mostrare dal punto di vista visivo e grafico la bellezza dell’hotel, i suoi servizi e vantaggi. Queste immagini saranno accompagnate da brevi contenuti di testo, con il compito di invitare l’utente all’azione.

In entrambi i casi è fondamentale aggiungere le estensioni. Non solo i sitelink che rimandano a pagine specifiche del sito web, come quella dei servizi, dei contatti e della prenotazione, ma anche l’estensione di chiamata per invitare l’utente a richiedere informazioni in maniera semplice e immediata, e l’estensione di prezzo. Qui sarà possibile inserire il prezzo delle stanze e anche le offerte disponibili, facendo leva sulla promozione e sull’urgenza di approfittarne.

Una strategia di marketing completa: local SEO e social

Google Ads per hotel funziona soprattutto in ottica locale. Non bisogna impostare le campagne pubblicitarie in termini generici ma è necessario puntare sulla zona precisa, specificando magari i vantaggi della posizione e del contesto.

Per questo è importante inserire le campagne Google all’interno di una strategia di digital marketing più completa. Per fare questo bisogna curare due aspetti, entrambi fondamentali per la visibilità online.

In primis, è importante curare il posizionamento web del sito con un’ottimizzazione SEO in chiave local. La local SEO, infatti, non si cura solo di ottimizzare i contenuti e la struttura del sito in modo generico ma punterà sulla località, in modo da far comparire il sito web alle prime posizioni di Google per ricerche specifiche e dettagliate non a pagamento. Quando un utente cercherà “hotel a …” ecco che il sito ottimizzato secondo la local SEO scalerà la SERP e comparirà in alto, intercettando click e interessi. La local SEO per il posizionamento organico, unita ad un advertising strategico, permetterà di dominare le ricerche Google.

Parlando di visibilità online, non si possono escludere i social dalla propria strategia di comunicazione. Il turismo è anche e soprattutto emozione, desiderio di partire per scoprire posti nuovi e rilassarsi, prendersi una pausa dalla routine e dalla quotidianità. I social, con il loro linguaggio dinamico ed emozionale, sono il canale perfetto per trasmettere queste sensazioni. Sarà dunque necessario strutturare un piano editoriale diversificato per ogni piattaforma e pensare ad una strategia di social advertising coordinata con Google Ads per hotel.


Condividi