Pasta e Digital PR: alleati per il Digital Food Marketing

Foto social per il Digital Food Marketing
Condividi

Pasta e Digital PR insieme formano la coppia per eccellenza del Digital Food Marketing, ovvero della strategia online più intelligente ed indispensabile per ogni brand che si occupa di ecommerce o vendita tradizionale di questo prodotto tutto italiano. Perché funzionano così bene insieme? E quali strategie applicano i big di settore?

Il food è diventato l’assoluto protagonista di Internet. Tra ricette e consigli, food blogger e influencer, i social pullulano di foto e video di pietanze di ogni genere. E in Italia a farla da padrona è senza dubbio la pasta. Un orgoglio tutto italiano dal carattere quasi contraddittorio. Da un lato attraversa e unifica tutta la penisola; dall’altro la divide in una miriade di sapori, colori e odori, con campanilismi sulla paternità e l’autenticità delle ricette.
Del resto, la pasta non è tutta uguale, e nemmeno il modo di comunicarla. Perché, se è vero che si tratta di un alimento secolare la cui ricetta va custodita quasi segretamente, i canali e i metodi con cui parlarne sono assolutamente contemporanei ed in continua evoluzione.

Lunga o corta, rigata o liscia, all’uovo o con l’acqua, fatta in casa o acquistata (per esempio in uno store della GDO), la pasta ha mille forme ed altrettante sfaccettature che vanno trasmesse con passione. Il mondo online offre la possibilità di veicolare messaggi originali e sorprendenti, con una comunicazione integrata capace di far venire l’acquolina in bocca.
Tra le tecniche più ricercate e funzionali c’è sicuramente la Digital PR, l’evoluzione digitale e tecnologica delle Pubbliche Relazioni. Ci sono almeno tre buone ragioni per affidarsi alla Digital PR per promuovere e comunicare l’universo della pasta.

1) Pasta e Digital PR: sinonimi di convivialità

Per quanto possa sembrare strano, la prima motivazione per scegliere una strategia di Digital PR nella comunicazione della pasta è che questi due termini sono sinonimi!
Da un lato, infatti, la pasta è la regina della cucina italiana, il cui immaginario è improntato alla convivialità, alla festosità, alla compagnia. Certo, un piatto di pasta è anche un pasto semplice e veloce; ma quando consumato in compagnia, magari nelle sue versioni più ricercate e gustose, assume tutto un altro valore e sapore. Basti pensare alle lasagne, per le quali si parla non a caso di teglia. O alla carbonara, che di certo non ci si prepara quando si è da soli.
Dall’altro, le Digital PR sono relazioni a tutti gli effetti, connessioni da ritenere virtuali solo nei mezzi dato il grande impatto e peso che hanno nella vita quotidiana.
In altre parole, pasta e Digital PR significano entrambi “relazionalità”, “convivialità”.

Dunque, comunicare l’una per mezzo dell’altra significa far coincidere contenuto e contenitore, messaggio e canale. Un’equazione vincente perché genuina e autentica, non forzata o meccanica. Affidarsi agli opinion leader del settore food del web per trattare questo argomento, che sia una ricetta piuttosto che uno specifico formato di pasta, è quindi una scelta intelligente e brillante.

2) Digital Food Marketing: comunicare con gli influencer

Il secondo grande motivo riguarda specificatamente la strategia stessa. Digital PR significa pubbliche relazioni digitali: andare a creare un sistema di legami e connessioni attraverso i canali offerti dalla rete. Le pubbliche relazioni servono da sempre per aumentare e rafforzare la conoscenza, l’immagine e la reputazione del brand nell’immaginario dei clienti.
I contenuti condivisi su Internet possono sembrare effimeri e temporanei. In realtà sono quasi eterni. Un articolo su un blog, un post su Facebook, una foto su Instagram rimangono per sempre, a meno che non vengano eliminati dal creatore, ovviamente. Questo significa che il contenuto condiviso oggi potrà essere ripescato e ricondiviso anche domani e dopodomani. Le Digital PR garantiscono quindi una visibilità continua e duratura, con un effetto a coda lunga anche e soprattutto nel lungo periodo.
Facciamo l’esempio del blog di cucina: perché chiedere ad un/una food blogger di scrivere un articolo per il proprio marchio di pasta, magari con una ricetta a sua scelta? A differenza dell’articolo di giornale, il contenuto sul blog potrà sempre essere ritrovato tra i risultati di ricerca. Ovviamente, affinché compaia in alto nella SERP, dovrà essere ottimizzato SEO e contenere link di qualità, per una buona strategia di link building. In questo modo si moltiplica la durata del risultato.

Ecco perché la strategia di Digital PR deve sempre essere integrata e coordinata all’interno di un piano di comunicazione più ampio e strutturato dove Digital PR Strategist e Seo Specialist lavorano a fianco con lo stesso obiettivo.

3) Pasta lovers: distinguersi sui social

Come detto in apertura il food è il protagonista indiscusso di Internet. In realtà, estendendo un po’ lo sguardo, anche di tutti gli altri media. Per esempio, la televisione è piena di programmi di cucina, costantemente in onda su tutti i canali a tutte le ore. In un contesto così rumoroso e praticamente saturo, far sentire la propria voce può essere piuttosto complicato.
Ecco perché la Digital PR è la soluzione ideale. Scegliendo le giuste figure a cui far veicolare il proprio messaggio, il contenuto non passerà inosservato. Anzi, attirerà l’attenzione dei Pasta lovers, e creerà curiosità proprio perché comunicato da una persona influente del food online.

In particolar modo la pasta, grazie alla sua versatilità e duttilità, si presta molto bene alle dinamiche dei social. Dalla ricetta alla foto al ristorante, passando per il video della preparazione piuttosto che per l’esperimento fallito, la pasta è un perenne trend topic sempre coinvolgente.
E non bisogna dimenticarsi dell’orario. Studi statici dimostrano come il maggior afflusso di utenti sui social sia durante gli orari adibiti ai pasti, proprio perché momenti di pausa e svago oppure di ricerca e ispirazione. Ecco allora che far trovare la propria pasta insieme ai propri valori, attraverso la voce di food influencer e opinion leader non può che rivelarsi una scelta vincente.

Per strutturare una strategia di Digital Food Marketing competitiva è consigliabile affidarsi a un’agenzia di Digital Marketing che abbia l’esperienza e i contatti utili a raggiungere i risultati desiderati.


Condividi

X

Il nostro sito utilizza i cookie. Per conoscere nel dettaglio i cookie presenti e come disattivarli leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Per acconsentire e fruire del sito clicca sul pulsante 'Accetto'.