Aprire una boutique online: molto più di un semplice negozio di abbigliamento! 

boutique online
Condividi

Abiti sartoriali e su misura, tessuti raffinati e lussuosi, esperienza di acquisto indimenticabile: aprire una boutique online significa portare questi elementi sul web. Come fare?

Secondo i dati di Osservatori.net*, gli acquisti online per il settore abbigliamento nel 2021 hanno raggiunto il valore di 1 miliardo di euro. Un dato in crescita rispetto al 2020 e che si pensa sarà confermato anche in questo 2022. Questo spaccato dello shopping online in Italia permette di capire quanto aprire un e-commerce di abbigliamento sia una scelta non solo giusta, ma ormai pressoché irrinunciabile. E per distinguersi dalla concorrenza e dare una svolta ad un business di nicchia all’interno del settore, aprire una boutique online è certamente un’idea vincente.

A differenza dei tradizionali negozi di abbigliamento, monomarca o multimarca, la boutique mantiene un fascino vintage senza tempo, legato alla sartorialità e all’artigianalità, e dunque al lusso. Questo senso di esclusività deve essere trasferito sul sito, facendo entrare l’utente in un mondo sospeso e garantendo la stessa esperienza che proverebbe entrando in una boutique fisica.

Web design di qualità, estetica improntata alla bellezza e al lusso, servizio di assistenza veloce e rassicurante: cosa non può mancare in una boutique online?

La bellezza di una boutique online

Quando si pensa a una boutique la prima immagine che viene in mente è quella di un negozio di lusso, con pochi abiti in esposizione realizzati con i tessuti più pregiati e indossati da celebrità. La boutique è una sorta di atelier, in perfetto equilibrio tra esposizione artistica e negozio di abbigliamento. Si tratta di un luogo sospeso, dove si respira eleganza e lussuosità, dove ogni dettaglio è pregiato e trasmette un senso di raffinatezza. 

Lo stesso impatto deve avere la boutique online. Non un semplice sito vetrina, ma una piattaforma di scoperta visiva, dove l’eleganza buca lo schermo e porta l’utente a immergersi nel mondo della raffinatezza.

Per questo tra le diverse piattaforme e-commerce è importante scegliere quella con il maggior grado di personalizzazione. La boutique è un luogo dove la personalità viene esaltata, dove il cliente vuole esprimere la propria soggettività attraverso l’abbigliamento, e dove il sarto dà vita a vere e proprie opere d’arte. Aprire un ecommerce elegante e raffinato, con layout ricercato e palette cromatica pregiata, permetterà di creare una boutique online da sogno a occhi aperti.

Accompagnare il cliente con un virtual tour

Ciò che distingue la boutique dal classico negozio di abbigliamento, oltre alla sartorialità degli abiti e alla raffinatezza dei tessuti, è la cura nei confronti del cliente. Quando una persona entra in una boutique viene accolta e coccolata come un ospite d’onore, trasportata nel mondo dell’agio e del lusso.

Per ricreare questa esperienza online è possibile pensare a un virtual tour, con cui l’utente possa immergersi nella boutique rimanendo comodamente a casa sua. Un’esperienza immersiva e coinvolgente a 360°, che trasforma la boutique in negozio virtuale senza disperderne l’autenticità e la bellezza. In questa direzione va l’assistente virtuale, pronto ad accompagnare l’utente in questa visita, illustrando le qualità dei tessuti piuttosto che le specificità di ogni abito. Un assistente personale durante la visita virtuale rafforza il senso di esclusività e la presenza di un esperto rassicura l’utente. Ci si sentirà come quando si entra in una boutique fisica.

Allo stesso tempo è importante che i contenuti presenti sul sito web siano di altissima qualità. Un blog per raccontare i tessuti, schede prodotto dettagliate e approfondite, immagini in HD che saranno la base del visual marketing. Per una boutique online la qualità deve essere massima.

Acquistare abiti su misura online è possibile

Per quanto possa sembrare un controsenso, la scelta di acquistare abiti su misura online è sempre più diffusa. O meglio: il percorso di acquisto inizia sul web, potendo poi terminare sia in rete che nello store fisico. A testimoniarlo sono le ricerche online: la keyword “abiti su misura online” ha un volume di ricerca medio di 260 query mensili negli ultimi 12 mesi. Una nicchia di ricerca e di mercato ben definita, che cerca la perfezione e la personalizzazione anche nel commercio elettronico.

La scelta di un vestito su misura è legata alla sartorialità. Il sarto che minuziosamente prende al millimetro tutte le misure del corpo per vestirlo con un abito unico e irripetibile. Come digitalizzare questo tipo di esperienza? Un negozio di abbigliamento su misura online potrebbe optare per un configuratore. Si tratta di uno strumento che permette all’utente di inserire le proprie misure, scegliere colori e tessuti e proiettare il risultato. Il consiglio è quello di integrare un servizio di assistenza live, tramite chat o ancora meglio in videochiamata. In questo modo sarà possibile esaminare il progetto con l’utente, andando a definire ogni dettaglio con consigli e suggerimenti preziosi per disegnare l’abito su misura perfetto.

Il servizio di assistenza, inoltre, sarà fondamentale anche per spedizioni e resi. La possibilità di creare abiti su misura a distanza permetterà di aprire la propria nicchia di mercato anche al di là dei tradizionali limiti logistici. Allo stesso tempo questo significherà doversi impegnare in un customer care di altissimo livello, con tempi di consegna brevi, gestione eccellente degli ordini e dei resi. 

Aprire una boutique online, infatti, significa avere un punto di contatto in più con i clienti. L’e-commerce non deve sostituire il negozio fisico, ma deve arricchirne la proposta di valore e creare un forte senso di appartenenza e fiducia con la clientela.

 

Fonte: *https://blog.osservatori.net/it_it/mercato-ecommerce-statistiche-dati-itala


Condividi