Come fare marketing su Twitch: strategia e consigli

fare marketing su twitch
Condividi

Avete sentito parlare di Twitch e volete sapere come fare marketing su questa piattaforma?
Prima di conoscere quali sono le possibili strategie di marketing è importante capire che cos’è Twitch.

La prima cosa da sapere su Twitch è che si tratta di uno spazio di intrattenimento online legato al mondo dei videogiochi e dei gameplay. È una piattaforma che sta spopolando in tutto il mondo, negli Stati Uniti ha già preso piede da un po’, sembra infatti che gli appassionati di Twitch siano il 50% dei millennials maschi, e riesce a tenere incollati gli utenti per circa 100 minuti al giorno sui vari contenuti proposti.

Cos’è Twitch

Twitch.tv è una piattaforma di live streaming fondata nel giugno 2011 come spin off di Justin.tv.
Era il 2007 quando Justin Kan ed Emmett Shear lanciarono Justine.tv, il sito fu diviso in varie categorie e quella legata ai videogame divenne la più popolare del sito. Nel 2011 si decise di chiudere Justin.tv e di trasferire i contenuti su Twitch.tv.
La nuova piattaforma di streaming è diventata in breve tempo popolare facendo battere il record nel 2013 di 45 milioni di utenti attivi.
Visto il grande successo, Amazon ne ha visto il potenziale e l’ha acquistata nel 2014 per quasi mille milioni di dollari.

Come funziona Twitch

Twitch si contraddistingue come una delle piattaforme online di intrattenimento più amate dai giovani, per il forte grado di interazione tra gli utenti.
Questo è favorito dalla tipologia di contenuti, per lo più videogame, e per la sua interfaccia studiata appositamente per far interagire la community.
Ogni stream ha incorporata una chat room, in questo modo l’utente non è solo un soggetto passivo ma diventa lui stesso parte integrante dello spettacolo, vivendo un’esperienza sociale interattiva.

Su Twitch ci sono diverse categorie di live streaming:
 i casual gaming:
 esports e tornei
trasmissioni musicali

I casual gaming sono streaming di intrattenimento puro, si caratterizzano come dei contenuti più casual e “easy”, partite live proposte dagli “streamer” (i giocatori live) al loro pubblico.

Gli esports invece sono la versione di un videogioco in ambiente competitivo, proprio come gli sport classici.
Prima erano delle semplici gare per avere ad esempio il miglior punteggio a un videogioco, oggi invece gli esports su Twitch sono un universo parallelo animati da organizzatori di tornei, publisher di videogame, sponsor, giocatori professionisti e soprattutto tantissimi spettatori.
Gli esports su Twitch sono diventati le più grandi competizioni di videogame.

Gli utenti di Twitch

Chi sono gli utenti di Twitch.tv? Twitch ha in tutto il mondo 15 milioni di utenti attivi giornalieri, gli utenti Twitch sono prevalentemente maschi millennial (l’81,5% degli utenti è uomo, il 71% è un millennial). L’età media degli utenti di Twitch è tra i 18 e i 34 anni.
Questo target ha un alto potere di acquisto e interessi molto specifici e settoriali. La community di Twitch è formata da utenti che amano condividere i contenuti. Ecco l’identikit dell’utente medio di Twitch secondo un sondaggio condotto dalla celebre piattaforma di streaming.

“I giocatori sono più social, family-oriented, istruiti, ottimisti, di successo e socialmente consapevoli rispetto ai non-giocatori. Il 71% degli utenti di Twitch sono millennial, per lo più maschi con un’età media di 21 anni”.

Certo, c’è da sottolineare che questo è un identikit di parte, visto che è fatto dalla piattaforma stessa che li ospita.

I videogamer dai 18 ai 25 anni passano più di tre ore alla settimana a guardare altre persone giocare, amano chattare e “streammare” i propri contenuti, che possono essere dei live o delle partite. Sembra che il 58% degli utenti trascorra circa 20 ore al mese del proprio tempo in questa piattaforma.
Secondo Similar Web gli utenti degli Stati Uniti rappresentano il 22.53% del totale degli spettatori di Twitch.  Secondo la ricerca Italiani e Social Media di Blogmeter Twitch è usato dal 12% degli italiani.

I brand che sono interessati a fare marketing su Twitch devono avere quindi come target questa fascia di pubblico a cavallo tra la Generazione Z e i Millennials.

Fare marketing su Twitch

Dopo questa analisi è chiaro come Twitch è in Italia una piattaforma emergente ed essendo caratterizzata da una community ampia e molto attiva, per molte aziende sviluppare delle strategie di marketing e advertising può essere vantaggioso.

Su Twitch puoi intercettare il target di riferimento e generare discussioni dal momento che è un luogo di conversazione e molto spesso si parla di brand.

Come può un’azienda sfruttare Twitch per la propria strategia di marketing?

Attraverso l’influencer marketing, cercando di conquistare gli spazi pubblicitari degli influencer più seguiti, si può costruire una buona strategia di marketing online.

Basta pensare come due marchi lontani dal mondo del gaming, come Gilette e G – Fuel, hanno lavorato con Dr. DisRespect  una delle star di Twitch con più di 4 milioni di followers. Un altro esempio sono Uber Eats e BudWeiser che hanno collaborato con Ninja uno degli streamer più seguiti con 14 milioni di follower.

Ovviamente la scelta dell’influencer è decisiva, bisogna conoscere il proprio target e considerare il pubblico a cui si rivolge lo streamer.
Le dirette streaming di Twitch durano molto, e gli influencer creano dei momenti di svago, challenge, ricompense o piccoli concorsi, e in quel momento associano le aziende al loro marchio.
Il segreto quindi per fare marketing su Twitch è quello di creare affidabilità e un legame con il pubblico, spingendo gli utenti all’interazione. Gli influencer vanno scelti tenendo conto proprio di questo.

Twitch ha un programma partner  che dà una serie di vantaggi agli streamer più meritevoli. Grazie a questo programma gli streamer di Twitch possono guadagnare con il loro canale e le aziende possono fare pubblicità attraverso di loro.

Come tutte le campagne di influencer marketing anche quelle di Twitch necessitano di competenza ed esperienza da parte di un’agenzia esperta del settore.


Condividi

Il nostro sito utilizza i cookie. Per conoscere nel dettaglio i cookie presenti e come disattivarli leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Per acconsentire e fruire del sito clicca sul pulsante 'Accetto'.