Vendere dolci online con l’e-commerce di prossimità  

vendere dolci online
Condividi

Per vendere dolci online, o anche gelati, serve un e-commerce di prossimità. Gelateria e pasticceria sono infatti attività local per antonomasia.

Con l’ecommerce di questi prodotti, non solo si facilita l’acquisto ai clienti già fidelizzati, ma si riuscirà anche ad ampliare il proprio pubblico facendo assaggiare i propri prodotti a un numero sempre maggiore di persone.

Quando si parla di gelato o di dolci, ognuno ha i suoi preferiti, il proprio locale di fiducia, il negozio di cui non può davvero fare a meno. Spesso e volentieri questo porta addirittura a spostarsi e uscire di casa appositamente per gustarsi quel prodotto specifico. Gelaterie e pasticcerie sono dei punti fermi nei gusti e nei menù delle persone. Per questo riuscire ad ampliare il proprio pubblico su Internet, aprendo un e-commerce e attuando una strategia di digital marketing ben strutturata, può essere una mossa commerciale davvero intelligente.

E-commerce di dolci e gelati

Per capire quanto la vendita online possa essere un fattore strategico e produttivo basta guardare alcuni dati. Nel 2020, complice la pandemia, il comparto Food&Grocery online ha contato acquisti per un valore di 2,5 miliardi di euro: il 55% in più dell’anno precedente! E questo trend si è stabilizzato nel 2021, nonostante la fine delle limitazioni. Le nuove abitudini si sono infatti radicate: i consumatori hanno capito la comodità e la convenienza, i negozianti hanno iniziato a intuirne appieno le potenzialità.
Di quella somma, 706 milioni di euro provengono proprio dal food delivery, la consegna di cibo a domicilio: un 19% in più rispetto al 2019. Altri 589 milioni arrivano dai prodotti di nicchia, il 63% in più: proprio su questi si concentrano i dolci e i gelati artigianali. Questi numeri fanno capire come sia ormai imprescindibile ampliare la propria attività anche su Internet. Convenienza, rapidità, possibilità di guadagno, sono tutti fattori che l’e-shop consente di ottenere.
Questo è ancora più vero quando si parla di attività locali. La digitalizzazione dei servizi di quartiere ha permesso a molte attività di resistere e reinventarsi durante il lockdown, ripartendo con una marcia in più una volta finita l’emergenza. In questo modo, aprendosi alla vendita online e adeguando le risorse in primis logistiche, le imprese locali e i negozi di nicchia sono riusciti addirittura a incrementare il proprio fatturato.

Vendere dolci e gelati online

Per avere un e-commerce che funzioni per vendere dolci e gelati online è necessario seguire alcuni passaggi specifici.

Chiaramente bisogna adeguarsi a tutte le normative vigenti sulla conservazione dei prodotti, sui trasporti e la logistica. La vera parte strategica sta nel comunicare questo rinnovamento dell’attività.

Il primo passo è creare un sito web che sia allo stesso tempo vetrina ed e-commerce. Da un lato, infatti, sarà possibile raccontare l’attività, i prodotti e gli ingredienti, le persone che lavorano e quant’altro. Dall’altro si darà la possibilità di acquistare e prenotare direttamente dal sito quel determinato dolce o tipologia di gelato. Una grande comodità sia per una consegna a domicilio ma anche per un ritiro direttamente in negozio. Spesso, infatti, le persone sono di fretta o magari hanno difficoltà con orari e parcheggi. Ecco allora che l’acquisto online, con ritiro in negozio, diventa la soluzione ideale. Chiaramente la parte dedicata all’e-shop deve essere rapida e intuitiva. L’utente online è distratto e frettoloso, dunque la procedura di acquisto deve essere semplice e lineare.

Un’ottima idea potrebbe essere quella di dedicare una sezione del sito ad un blog di ricette o di consigli. Per esempio, si potrebbero suggerire degli abbinamenti tra gusti di gelato, o un particolare assortimento di pasticcini. Questo invoglierà i clienti a provare la novità o comunque incentiverà gli utenti all’acquisto. Articoli e video di ricette sono ottimi contenuti per coinvolgere i visitatori e invitarli a provare un prodotto specifico. In questo modo, inoltre, si potrebbe ampliare l’e-commerce aggiungendo tra i prodotti gli ingredienti più particolari usati proprio durante la preparazione di quei dolci.

Questa idea può essere strategica in particolare per chi possiede una pasticceria!

Digital marketing: una comunicazione integrata

Ovviamente l’e-commerce deve essere accompagnato da una strategia di comunicazione integrata che sappia raccontare l’attività e i suoi prodotti. Internet offre davvero tante opportunità di crescita e visibilità ma la concorrenza è alta e numerosa. Per questo non bisogna improvvisare ma pianificare le mosse strategiche e promozionali con contenuti di alta qualità.

Nel settore del food non si può fare a meno del video. Questo formato è diventato il protagonista di Internet, soprattutto sui social media, e si presta benissimo al settore in questione. Una video ricetta che mostra la preparazione di un prodotto è un contenuto altamente coinvolgente e condivisibile, con il quale poter intrattenere gli utenti. Sotto un contenuto simile si può instaurare anche un simpatico scambio di idee, andando così a creare quel senso di community fondamentale per le dinamiche social.

È molto importante riuscire a creare un traffico incrociato tra i vari canali online. Gli articoli del blog possono essere ricondivisi sui social e allo stesso tempo i contenuti social possono rimandare ad approfondimenti sul blog. In questo modo sarà possibile intercettare un pubblico eterogeneo per poi crearsi una nicchia di mercato ben precisa. Una corretta strategia di marketing online passa proprio dalla presenza complementare su più canali di comunicazione.

Google My business e local SEO 

Come detto in apertura, gelateria e pasticceria sono attività primariamente locali. La loro presenza su Internet deve partire da questo punto fermo, rafforzandolo. La maniera migliore per farlo è attraverso un sito web perfettamente ottimizzato. L’ottimizzazione SEO dovrà concentrarsi su keyword specifiche e strategiche, soprattutto in ottica local. Riuscire a comparire tra i primi risultati della SERP con query specifiche e geolocalizzate consentirà un livello di traffico molto più alto.

Inoltre, per portare la propria attività online è pressoché irrinunciabile registrarsi su Google My Business.

Questa estensione del motore di ricerca è dedicata propriamente alla promozione delle attività commerciali locali. Qui sarà possibile inserire le informazioni di base, come contatti e orari. Non solo, Google My Business farà apparire la propria attività su Google Maps, andando a creare una sinergia tra negozio fisico e presenza online. Infine, con questo servizio si aprirà la possibilità ai clienti di lasciare recensioni. Il passaparola su Internet è molto più ampio e veloce di quello fisico: è di per sé un criterio di scelta per gli utenti. Il numero e la positività delle recensioni, infatti, costituiscono una garanzia di qualità per i visitatori. Grazie alle valutazioni positive degli altri utenti, sarà più facile ottenere la fiducia, e quindi la conversione, dei visitatori che atterrano sul sito e visitano l’e-commerce.

Per ampliare e rinnovare la propria attività, il passaggio al mondo online è fondamentale. La creazione di una piattaforma e-commerce o l’ottimizzazione di un e-shop ormai datato sono i primi passi per implementare il proprio business.

Come fare? Parlaci della tua idea e dei tuoi progetti, alla strategia e alla realizzazione ci pensiamo noi!


Condividi

X

Il nostro sito utilizza i cookie. Per conoscere nel dettaglio i cookie presenti e come disattivarli leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Per acconsentire e fruire del sito clicca sul pulsante 'Accetto'.