Quali sono i dolci per colazione più cercati dagli italiani su Internet?

dolci per colazione
Condividi

Come fanno colazione gli italiani? Le ricerche online sui dolci per colazione mostrano le preferenze e i cambiamenti di abitudini, con interessi nati durante la pandemia e prodotti intramontabili che non stancano mai.

D’altronde il cibo è il protagonista indiscusso di Internet e soprattutto dei social network. E si sa, la colazione è sempre il pasto più importante della giornata. Ognuno ha le sue abitudini. C’è chi la preferisce dolce e chi salata, chi la fa abbondante e chi di corsa perché già in ritardo, oppure rigorosamente al bar.

La colazione è l’occasione perfetta per concedersi qualcosa di buono e speciale, magari con un piccolo sgarro alla dieta. C’è bisogno di energia per cominciare al meglio la giornata e c’è tutto il tempo per bruciare le calorie in eccesso!

Ecco allora che i dolci da colazione diventano un ottimo incentivo per alzarsi dal letto e partire con il piede giusto. Soprattutto se si tratta di dolci fatti in casa, con fantasia creatività ed entusiasmo. Per non sbagliare, però, meglio seguire qualche ricetta e magari prendere spunto da qualche creazione trovata sui blog di cucina.

Quali sono, allora, i dolci per colazione più amati dagli italiani sul web?

Il pancake è il dolce da colazione più cercato online 

Confronto 24 mesi dolci per colazione più cercati

Quando si pensa a una ricetta dolce da cercare su Internet, la mente va subito al tiramisù. Un dessert che va bene per ogni occasione e che piace a tutti, grandi e piccoli. Per anni il tiramisù è stato il dolce più cercato su Internet*, in Italia e non solo. Poi è arrivato il covid e qualcosa è cambiato. Da marzo 2020, il dolce da colazione più cercato online in Italia è diventato il pancake, con un picco di oltre 1,5 milioni di query mensili.

Amati per la loro versatilità, i pancakes sono facili e veloci da realizzare. E poi stanno bene con tutto, tanto da alimentare la fantasia e la voglia di sperimentare. Inoltre, i pancakes uniscono le due grandi correnti di preferenza per la colazione, potendo essere gustati sia dolci che salati. Proprio le query relative al pancake salato registrano volumi intorno alle 10.000 ricerche mensili.
E da chi dice che mangiare dolci a colazione fa male alla linea ovviamente i più cercati sono i pancakes senza zucchero con 1.376 ricerche mensili, ma anche i pancake proteici, utili ad aumentare la massa muscolare invece di quella grassa, con oltre 4.100 ricerche al mese.

Un innalzamento che sembra non avere fine: i pancakes rimangono cercatissimi anche nel 2022. A gennaio del nuovo anno, infatti, le query online hanno superato abbondantemente quota 100.000 unità. La colazione americana ha conquistato gli italiani.

Ciambellone, il dolce per colazione che non passa mai di moda

Il ciambellone è un dolce per colazione intramontabile: non passa mai di moda. La sua consistenza soffice e morbida, la possibilità di realizzarlo in tante gustosissime varianti, la caratteristica di mantenersi fresco anche per diversi giorni, ne fanno un grande classico della colazione italiana. Non stupisce, quindi, vederlo tanto ricercato nelle query online, con molte sfumature per la sua realizzazione.

La media mensile di ricerche su Internet è di oltre 70.000 unità. Qui troviamo i grandi classici come “ciambellone bicolore” o “ciambellone allo yogurt”, con picchi da oltre 330.000 query mensili, ma anche nuove tendenze, come il “ciambellone veganocon una media di 1.670 ricerche al mese.

Un dato interessante è l’andamento nei mesi nelle ricerche online. Il ciambellone sembra essere considerato un dolce da colazione invernale. La query “ciambellone allo yogurt” ha raggiunto le 331.000 ricerche a novembre 2020 e ben 271.000 a marzo 2021. Nei tre mesi estivi, giugno luglio e agosto, invece, non ha mai superato le 8.100 query. Anche nell’inverno del 2022 il ciambellone è rimasto molto cercato in rete: a gennaio sono state quasi 40.000 le query per questo dolce.

I dolci per la colazione per eccellenza: i biscotti

Caffelatte e biscotti, un must per la colazione. Ma anche i biscotti da the, quelli per le occasioni come Natale, San Valentino e Halloween, i biscotti integrali, e così via. Si possono fare di tutte le forme e con tutti i gusti e a colazione uno tira l’altro!

Per questo i biscotti sono cercatissimi su Internet. Qui dominano i biscotti al burro, che a dicembre 2020 hanno toccato quota 135.000 query, e 74.000 nel 2021. Nutella, cocco e cioccolato sono le tre varianti preferite, anche nel 2022. A gennaio, infatti, le query relative ai biscotti al cocco e al cioccolato hanno sfiorato le 15.000 unità.

Una scelta di vita: i dolci per colazione vegani 

Confronto 24 mesi dolci per colazioni più cercati (versione vegana)

Come si suol dire, siamo quello che mangiamo, e il regime alimentare spesso mostra la nostra personalità e i nostri interessi. Negli ultimi anni è cresciuta la tendenza ad una maggiore attenzione al cibo, alla composizione e alla provenienza degli alimenti. Il veganismo rappresenta l’emblema di una filosofia di vita sostenibile dal punto di vista ambientale ed alimentare.

Per questo sono cresciute le ricerche online per i dolci per colazione vegani. Anche chi non sposa in toto la filosofia vegana è spesso curioso di conoscere le ricette, la preparazione e il sapore di prodotti realizzati in maniera vegana. Può trattarsi anche di una scelta light, perché con gli alimenti vegani si vanno ad eliminare prodotti di origine animale spesso calorici e pesanti. L’interesse per i dolci vegani cresce soprattutto in inverno, quando le occasioni di attività fisica sono ridotte e gli impegni più stringenti.

Per questa categoria i biscotti vegani sono in cima alla lista delle ricerche online. I dati risentono del lockdown, quando a marzo 2020 le query erano quasi 30.000, ma la tendenza è tutt’altro che spenta. A dicembre 2020, infatti, si sono registrate 21.290 ricerche, e a dicembre 2021 le query sono state 17.580. Anche per i pancakes l’opzione vegana è molto ricercata. A marzo 2021 è stato raggiunto il picco di oltre 11.000 query, addirittura di più che durante il lockdown. Lockdown che ha cambiato l’interesse verso questa versione del classico pancake, che ora ha un volume di ricerca medio superiore al periodo pre-pandemico. E il 2022 sembra essere l’anno in cui questa tendenza si confermerà ancora di più: ben 7.640 query a gennaio 2022 e trend di crescita in corso.

Attenti alla linea con i dolci da colazione senza zucchero o senza burro 

confronto dolci colazione senza zucchero e burro
confronto dolci per colazione (focus senza zucchero – senza burro)

Come detto, la colazione è il pasto ideale per concedersi qualche sfizio e mangiare qualcosa di dolce senza sentirsi in colpa. Bisogna, però, stare attenti a non esagerare: non solo una questione di linea ma anche di salute. Zucchero e burro che compongono gran parte delle ricette di dolci da colazione sono ingredienti che vanno limitati. Una colazione light può essere altrettanto buona e gustosa, con qualche accorgimento che diminuisce le calorie e mantiene in ordine i valori del corpo.

Non stupisce, quindi, vedere le ricerche online per i dolci da colazione senza zucchero o senza burro in grande crescita.
Anche qui, dominano i biscotti. Le query per biscotti senza burro e biscotti senza zucchero, infatti, hanno sfiorato, complessivamente, le 200.000 ricerche nel mese di marzo 2020. Un trend che è rimasto anche dopo le restrizioni, soprattutto per il senza zucchero, che ha visto un assestamento dei volumi di ricerca senza cali drastici e con picchi paragonabili a quelli del lockdown. Per i pancake l’opzione senza burro è molto apprezzata, soprattutto nelle versioni proteiche e chetogene. A marzo 2020, la query pancake senza burro ha fatto registrate 87.100 ricerca. E come sempre, nei buoni propositi per l’anno nuovo, c’è uno stile di vita più salutare, come dimostrano le oltre 26.000 query di gennaio 2022. Meno ricercati sono i pancakes senza zucchero: glicemia e colesterolo vanno tenuti a bada, ma i pancakes devono essere dolci!

Anche l’intramontabile ciambellone ha visto crescere l’interesse per le sue varianti più light. A marzo 2020, data anche la mancanza di burro in casa e le scarse possibilità di uscire a fare la spesa, la query “ciambellone senza burro” ha oltrepassato le 34.000 ricerche. Un grande classico che si è aperto anche alla versione vegana, con un volume di ricerca che coincide con quello del ciambellone senza zucchero, aggirandosi intorno alle 3.000 query mensili.

Non è un caso che le ricerche relative ai dolci da colazione senza zucchero e/o senza burro vedano un’impennata nel mese di gennaio. Subito dopo le festività natalizie si sente il bisogno di rimettersi in linea e tornare ad un regime alimentare più salutare. Anche a gennaio 2022 i dolci da colazione senza zucchero sono stati molto cercati online, come dimostrano le 2.500 query per “ciambellone senza zucchero” e le 2.770 per i “pancakes senza zucchero”.

L’importanza dei report di ricerca online

Studi di questo tipo evidenziano l’importanza strategica dei report di ricerca online per tutte le attività di comunicazione. Tramite questi documenti, infatti, non solo viene fatta un’analisi delle parole chiave più ricercate per un dato settore, ma viene anche proposta una ricerca di keywords da utilizzare in maniera operativa. 

I vari tipi di parole chiave potranno essere utilizzati per l’ottimizzazione SEO del sito, per esempio creando un blog con un piano editoriale strategico ed efficace. Per migliorare il posizionamento del proprio sito, l’ottimizzazione on page e off page può essere realizzata su misura grazie ai risultati dei report di ricerca. 

Inoltre, i report di ricerca sono indicatori di trend e tendenze. Questo significa che è possibile ricavare preziosi insight per le attività di digital advertising e social media marketing, puntando su inserzioni con tematiche specifiche e ricercate. All’interno di una strategia di marketing supportata da queste ricerche possono rientrare anche numerose attività di digital PR e influencer marketing: coinvolgere gli opinion leader del web con contenuti creati ad hoc su questi trend topic può essere una scelta intelligente. 

Infine, un forno o una pasticceria che decidesse di aprire un e-commerce potrebbe ricorrere a questi report per strutturare in maniera efficace il proprio negozio online. In quanto indicatori di tendenze, i report diventano strategici per il marketing e-commerce, fondamentale per aumentare le vendite online. Non solo: gli studi possono essere declinati in chiave locale per implementare un e-commerce di prossimità in grado di accrescere il business dell’attività.

*Fonte: https://lilimadeleine.com/dal-tiramisu-alla-cheesecake-i-dolci-piu-cercati-su-google/


Condividi