ARvis cambia logo e immagine: un nuovo brand per una nuova comunicazione

nuovo brand ARvis
Condividi

ARvis ha un nuovo brand: nuovo logo, nuovi colori e nuova immagine per entrare in una nuova era.

Costruire una nuova brand identity non è mai facile. Se poi si vogliono mantenere nella comunicazione i punti focali ben saldi, perché non sono cambiati nemmeno in 16 anni, diventa ancora più difficile.

Partendo però dai punti saldi, il cambiamento c’è sia dentro che fuori la nostra agenzia di comunicazione.

Come sempre accade, l’evoluzione è determinata sia da motivi di contesto esterno che da motivi di crescita interna. Cambiano, in pratica, le necessità dei clienti e insieme si evolvono le esperienze aziendali.

Ecco quindi, che diventa inevitabile cambiare l’immagine che ci rappresenta.

Il rinnovamento del nostro logo parte proprio dalla necessità di comunicare l’immagine di noi che meglio ci rappresenta ora, in questo momento della nostra evoluzione.

Nasce un nuovo brand

Nella creazione di una nuova brand identity, c’è sempre una fase di brainstorming in cui ci si confronta con colleghi e partner sui caratteri distintivi della propria azienda, su vision e mission. Anche in questa fase di consapevolezza, ARvis ha vissuto una crescita che ha portato alla nuova immagine.

Una nuova brand identity prende forma per ARvis, mantenendo forte lo spirito che l’ha contraddistinta per oltre 16 anni, per mostrarsi a clienti e utenti con un’immagine rinnovata ma riconoscibile.

Logotipo e pittogramma, più moderni e più netti, diventano il simbolo di un’agenzia di comunicazione che non è più una start-up nata dall’intraprendenza di professionisti con singole skills. ARvis è un’agenzia stabile e articolata, composta da business units complementari, inserita nel mercato business to business e business to consumer.

Il nuovo logo ARvis diventa, quindi, il manifesto di una crescita che avanza da oltre 16 anni e non ha intenzione di arrestarsi. Come in ogni processo ci sono delle fasi: il nuovo logo rappresenta la maturità e la consapevolezza, ma anche la voglia di continuare a creare e comunicare in maniera efficace.

Colori e forme del nuovo brand

Come simboleggiare questa nuova fase? L’identità è rimasta sempre la stessa, quella fatta di professionalità e competenze, ma è necessario trasmettere il messaggio in maniera più concreta e ordinata.

Per questo il nuovo logo si presenta in forma bicromatica, con un colore dominante a comporre la parte testuale e un colore secondario per il pittogramma. I quattro colori che hanno accompagnato ARvis in tutti questi anni rimangono presenti. Le tonalità però cambiano, combinandosi in maniera diversa per ciascuna delle 4 business units che compongono l’azienda.

Assieme ai colori sono cambiate anche le forme, più geometriche e decise. Gli incastri sono solo accennati, per una composizione pulita e lineare. La “A” assume la forma di un triangolo, come una piramide che punta in alto per rappresentare la solidità e la ricerca di obiettivi sempre più alti. La “v” ricorda il simbolo della spunta, come i task che vengono completati e gli obiettivi che vengono raggiunti.

Nel complesso il logotipo si presenta come firma chiara, leggibile e riconoscibile di una communication agency solida e strutturata, fortemente goal-oriented e in continuo aggiornamento.

Giocare con il pittogramma

Anche le tessere del puzzle vengono coinvolte in questa operazione di rinnovamento orientata alla geometria e alla pulizia.

Da quattro diventano tre, in contatto tra loro e comprese in una forma circolare. Lo spazio della tessera che deve completare il cerchio, resa immaginaria dai pieni e dai vuoti, sembra che stia per essere riempito dal logotipo. L’effetto crea un movimento, una tendenza dell’uno verso l’altro elemento.

È nel gioco tra spazi pieni e spazi vuoti che entra la percezione della comunicazione. Il sottile desiderio di riempire i vuoti funziona proprio come deve fare una buona comunicazione: non dire tutto in maniera esplicita ma coinvolgere l’interlocutore per stabilire un dialogo interpretativo.

La forma circolare che contiene le tessere dona un dinamismo umano: sembra di vedere due persone che, allungando le mani, stanno per toccarsi. Come i nostri team, che si tendono la mano per supportarsi e trovare punti di contatto tra i vari settori della strategia di marketing per aprire la strada a diverse soluzioni.

Le 4 business units

Con il nuovo brand, trovano un’immagine distinta anche le nostre business units:

ARvis spark strategy unit

ARvis brand identity hub

ARvis ecommerce division

ARvis digital securiry lab

Ciascuna verticalizzata su un settore indispensabile della crescita digitale: dai pilastri di una web agency come la realizzazione di siti web e ecommerce o il web design, ai pilastri di una agenzia di digital marketing come il social management e il digital adv o la seo, fino ai pilastri della sicurezza informatica e del controllo digitale.

Le 4 BU lavorano in sinergia per affiancare i clienti in ogni fase della crescita online: i loghi rappresentano al meglio questa sinergia. Fanno tutti capo al logo principale, giocando su colori armonici, in modo da rappresentare al meglio la differenza di settore e la coerenza di modus operandi.

Nuovo brand, stessi valori

L’innovazione di ARvis non implica il cambiamento della nostra mission e della nostra vision: restiamo sulla strada della trasparenza, della professionalità messa al servizio del cliente, dell’onestà intellettuale, della consulenza volta a soluzioni sostenibili e scalabili.


Condividi