SEO per blog: 3 fattori da considerare 

Condividi

Una buona strategia SEO per blog permette di scalare le pagine dei risultati di ricerca, ottenere visibilità e intercettare click di qualità. Scegliendo questa strada sarà possibile posizionare gli articoli del blog nelle prime posizioni della SERP. È un modo molto utile anche per siti aziendali che hanno bisogno di posizionare diverse keywords e non possono farlo solo attraverso le pagine web “ufficiali” o istituzionali dell’azienda.

Ma quali sono i fattori da considerare per un’ottimizzazione SEO per blog di successo? Vediamo i 3 più importanti.

Aprire un blog è una strategia di comunicazione digitale che può soddisfare diverse esigenze all’interno del proprio business. Può arricchire il sito con contenuti interessanti e avvincenti che generino traffico e intrattengano i visitatori, oltre che contribuire al posizionamento web del sito stesso.

Ma il blog è anche una scelta passionale, per coltivare il proprio interesse in maniera professionale e condividere con gli utenti di internet le proprie opinioni e conoscenze.

Affinché questo avvenga è necessario curare il blog in maniera dettagliata, tanto nei contenuti quanto nella sua architettura sul web. Resta, in tutti i casi, fondamentale una strategia SEO che ottimizzi il blog a partire dalla ricerca degli argomenti fino all’ottimizzazione dei singoli articoli.

La SEO per blog si concentra su tre aspetti fondamentali.
In primis, ricerca le parole chiave in modo da creare contenuti che abbiano un volume di ricerca interessante e che intercettino il search intent degli utenti.
Si occupa poi della stesura dell’articolo stesso secondo un copywriting in ottica SEO, che cioè unisca un’alta leggibilità e fruibilità per l’utente con la visibilità sui motori di ricerca.
Infine, crea una struttura di rimandi e richiami con altri contenuti del blog stesso e con altri portali, per una link building che dia autorità al dominio nel complesso e arricchisca i singoli contenuti.

Andiamo ora ad approfondire ciascuno di questi fattori per capire come la SEO per blog possa costituire il punto di forza di un blog vincente.

1 – Scelta degli argomenti e delle parole chiave in ottica SEO

Un blog di qualità richiede pianificazione e costanza. Il punto di partenza è dunque costituito da un piano editoriale a lungo termine e ampio raggio, dinamico e in continuo arricchimento. Il ped costituirà la base a partire dal quale si svilupperanno tutti i contenuti. Dovrà essere diversificato e vario nella proposta contenutistica per poter richiamare ed approfondire un determinato argomento.

Un piano editoriale vincente per un blog è sempre strutturato in ottica SEO. Questo significa che la scelta degli argomenti, e di conseguenza delle parole chiave all’interno dei singoli articoli, dovrà basarsi sui trend online e sui volumi di traffico in rete. Dunque, diventa fondamentale la ricerca keywords per capire quali argomenti trattare e come. La giusta analisi delle parole chiave e l’utilizzo dei diversi tipi di parole chiave correlate ad un determinato search intent permetterà di creare contenuti di qualità, che affrontino l’argomento in maniera completa. È un’ottima via per dare un interessante contributo all’utente e contemporaneamente posizionarsi ottimamente sul web.

2 – SEO copywriting: l’ottimizzazione dei contenuti

Una volta scelti gli argomenti e le parole chiave sulla base delle quali trattarli, arriva il momento creativo: la scrittura degli articoli. Qui la parola d’ordine è solo una: SEO copywriting, ovvero scrittura in ottica SEO. Attenzione però! Questo non significa scrivere contenuti in “Googlese” solo per posizionarli sul motore di ricerca. Gli articoli sono scritti da persone per altre persone e devono avere al centro la leggibilità da parte dell’utente. Il contenuto deve sempre offrire qualcosa al lettore.

Cosa significa allora SEO copywriting? Con questa definizione si intende la scrittura tipica del digitale che riesca a equilibrare le dinamiche del web con quelle del visitatore. Sarà quindi fondamentale inserire la parola chiave nei punti strategici del testo. Sono molto importanti ad esempio i sottotitoli, i famosi H2 e H3. Ma si dovrà anche porre particolare attenzione allo stuffing della parola chiave: il troppo stroppia!

L’ottimizzazione dei contenuti non riguarda soltanto il testo scritto ma interessa anche la parte visiva. La scelta dell’immagine, oltre ad avere un impatto grafico rilevante che permette di catturare l’attenzione e bucare lo schermo, è fondamentale anche in ottica SEO. L’immagine, infatti, andrà accompagnata da una didascalia e dall’alt text. Il testo alternativo è parte di ciò che lo spider del motore di ricerca legge per indicizzare il contenuto.

 3 – L’importanza della link building

L’ultimo aspetto fondamentale della SEO per blog è la costruzione di una rete di link che arricchisca i contenuti con rimandi e richiami. La link building interna è proprio quell’attività che inserisce nei contenuti del sito dei collegamenti ad altri articoli o altre sezioni del sito stesso. Il blog è il campo d’elezione per questa attività, perché gli articoli possono rimandarsi tra loro ma possono anche portare l’utente su altre pagine del sito. Molto dipenderà dalla tipologia di blog. Se si trattasse di un blog di cucina, per esempio, potrebbe rimandare da una ricetta all’approfondimento su un determinato ingrediente. Se invece è il blog di un’attività, può mandare dall’articolo ad un servizio specifico offerto dall’azienda.

Il blog, però, può anche essere la base di una strategia di link building esterna. Può, cioè, ospitare link che portino fuori dal proprio sito e a sua volta essere la pagina d’atterraggio di link provenienti da altri siti. Questa attività, se portata avanti in maniera costante e strategica, permette di costruire una rete di collegamenti che costituiscono un valore aggiunto per il blog e il sito nel suo complesso. I backlink, ovvero i link che rimandano al proprio sito provenendo da un altro, aumentano l’autorità del dominio e costituiscono una porta d’accesso secondaria ai propri contenuti. Stabilire una relazione di scambio di link con altri siti può, dunque, aumentare la visibilità del proprio blog.

L’ottimizzazione SEO per blog è la mossa vincente

Vedere i propri contenuti apprezzati è davvero soddisfacente. Per far sì che questo avvenga, oltre a una scrittura variegata, costante e di qualità, è necessaria un’ottimizzazione SEO per blog specifica.

Un blog vincente, infatti, non è solo interessante e coinvolgente per gli utenti ma anche SEO-friendly. Posizionandosi ai vertici della SERP, gli articoli riusciranno a generare traffico e catturare l’attenzione dei visitatori, facendosi apprezzare anche per la facilità con cui rispondono al search intent delle query.


Condividi